Capitan Tsubasa 51 (Aprile 2004) – World Youth 14

PERCHÉ IO AMO IL CALCIO

 

Il Giappone riconquistra subito palla e va al tiro con Kojiro, ma Tsubasa intercetta di faccia evitando che Espadas pari e permettendo a Kojiro di tirare nuovmente e di segnare il gol del 2 a 1, risultato finale della partita.
Tsubasa viene trasportato in infermeria dove si risveglia in compagnia di Espadas con il quale scambia la maglia prima dell’arrivo dei compagni…
Nell’altra partita del girone A un gol di Hino regala la vittoria all’Uruguay sull’Italia per 3 a 2. Il Giappone dovrà ora vedersela proprio con i forti sudamericani…
LA PROVA DEL MIGLIORAMENTO

 

Espadas va a riprendersi da Tsubasa il pallone che aveva scoppiato al ricevimento, mettendolo in guardia sulla forza dell’Uruguay capace di battere il Messico 5 a 1 in amichevole…
La partita sta per iniziare. Tsubasa è preoccupato per la forza degli avversari, l’assenza di Misaki e il suo infortunio. Anche Aoi è “assente” perché l’Italia ha perso e così Kojiro lo schiaffeggia per svegliarlo, poi si fa schiaffeggiare a sua volta per caricarsi. La partita inizia e Hino tira subito al fischio d’inizio ma Tsubasa ferma la conclusione opponendosi con entrambi i piedi (deve però cambiare gli scarpini perhé la potenza del tiro gli ha rotto i tacchetti), consentendo ad Aoi di partire in attacco e lasciare a Kojiro per il gol del vantaggio. Poco dopo è lo stesso Aoi a siglare il gol del raddoppio al termine di un’azione solitaria…
Misaki intanto contatterà vari medici sportivi per tentare un incredibile recupero…
L’Uruguay accorcia le distanze con Victorino smarcato da un colpo di testa di Hino. Ma Tsubasa segna subito al fischio d’inizio il gol de 3 a 1 al 20′ del primo tempo. Poco dopo è Kojiro a segnare il gol del 4 a 1 su assist di Sawada. Ma poi Hino vince un contrasto con Kojiro e segna il 4 a 2 con il suo potentissimo Tornado Shot e il 4 a 3 in rovesciata dopo aver mandato al tappeto Tsubasa dopo un contrasto…
Precedente MAX GAZZÈ - O CAROLINE Successivo Il venerdì di Repubblica 21-10-2011 - Louis Ferdinand Céline