THOMAS VINTERBERG – DEAR WENDY


THOMAS VINTERBERG – DEAR WENDY

MENU

INIZIO FILM – SELEZIONE SCENE – LINGUE E SOTTOTITOLI – CONTENUTI EXTRA (TRAILER ORIGINALE, INTERVISTE A: THOMAS VINTERBERG, JAMIE BELL, BILL PULLMAN, DIETRO LE QUINTE)

Estherslope, piccolo centro minerario della Virginia Occidentale.
Il giovane solitario e alienato Dick Dandelion, sedicente pacifista, scrive una lettera all’amata Wendy, la prima dopo la separazione…
Ripercorre nella stessa la propria vita, spesa per lo più a Electric Park Square, zona così rinominata da lui stesso…
Assieme agli amici, eccolo maneggiare armi e munizioni…
Terminata la scuola, viene costretto dal padre a iniziare a lavorare in miniera…
Convinto pacifista, un giorno ha un’illuminazione, un’idea per salvare il mondo…

Supportato dalla governante, l’afro Clarabelle, dopo una settimana lascia il lavoro in miniera iniziando a lavorare nel supermercato del signor Salomon dove lei lo portava a fare acquisti…
Un giorno, Clarabelle lo manda a comprare un regalo per il nipote Sebastian. Nel negozio trova a servirlo la figlia della proprietaria, Susan, altrettanto alienata giovane del luogo. Lei gli propone una pistola giocattolo, che lui acquista di fretta. Tornato a casa, decide di tenere la pistola per poi riportarla in negozio. Susan non gli dà indietro i soldi e lui finisce per tenersi la pistola, “liscia e piacevole da tenere nella tasca”…
Qualche anno dopo il padre muore durante il lavoro in miniera per un attacco cardiaco. La notizia non addolora Dick, mentre tutti promettono di dargli una mano. Rimasto orfano e solo dopo la partenza di Clarabelle, mostrando la pistola giocattolo al collega Stevie, Dick scopre che la pistola che si porta dietro non è un giocattolo, bensì un revolver…
La sera Stevie si presenta in casa sua, mostrandogli una pistola, appartenuta al generale nazista Patton, e lasciandogli proiettili per la sua pistola, grazie ai quali potersi allenare provando a sparare. Prima di iniziare le prove, anche Stevie si dichiara pacifista…
In una vecchia miniera, Dick scopre così di avere una mira impeccabile fin dal primo colpo. L’amico gli consiglia di assegnare un nome femminile all’arma. Wendy è il nome che Dick sceglie…
Tornato a casa, il ragazzo sente di aver scoperto un legame speciale con la sua nuova amica. A lei sta scrivendo ora la lettera…
Da allora lui e Stevie diventano inseparabili, iniziando a studiare le varie pistole e a discutere di armi da fuoco. Il solo possederle li fa stare tranquilli e sentirsi protetti…
Salomon, accortosi della sicurezza acquisita da Dick, decide di nominarlo vicedirettore, lui terrorizzato dalle bande armate di rapinatori…
Un giorno Dick esterna la volontà di diffondere il credo del “pacifismo con la pistola”… Fondano così un gruppo, raccogliendo i coetanei emarginati e alienati del paese (Susan, lo storpio Huey e il tardo Freddy). I “perdenti di Electric Park”, si radunano alla vecchia miniera, fondando i Dandies…
Nei giorni seguenti sistemano la miniera, rendendola una confortevole sede per il gruppo, Il Tempio…
Durante le riunioni, si dilettano anche a recitare poesie ma, soprattutto, a votare uno statuto in base al quale “l’arma rappresenta solo un sostegno morale”, potendo sparare unicamente al buio della miniera e non mostrarle alla luce del sole per non correre il rischio di farle compiere il lavoro per il quale sono state create… Visionano anche filmati della polizia e medici sugli effetti delle armi da fuoco, fanno giochi, tutto incentrato sulle pistole… Unico a non sparare è Freddie, innamorato di una pistola vista in armeria che non poteva permettersi di comprare…
Tutto fila liscio, fino a che lo sceriffo, Krugsby arriva in negozio per farlo parlare con un giovane afro, Sebastian, il nipote di Clarabelle… Questi è in libertà vigilata dopo l’omicidio di un uomo e lo sceriffo chiede a Dick di farsi suo tutore per il programma di recupero che gli è stato assegnato. Una volta a settimana, Dick si occupa così del coetaneo, che viene introdotto nel club dei Dandies, dopo iniziale titubanza da parte di Sebastiana, per modificare la sua posizione nei riguardi delle armi… Vedendo l’afro maneggiare Wendy, Dick è colto da gelosia, che accresce quando Susan parla di Sebastian come di un tipo “forte”, di un “duro”… Un giorno Sebastian si presenta con una valigetta piana di pistole, divenendo in breve l’eroe del gruppo… Dick pensa di risolvere la situazione mostrando durante le prove di tiro la propria superiorità. Ma, impossessatosi di Wendy, fa quattro centri prima che lo fermi. Scosso, sparando bendato, diversamente dal solito, non riesce a fare nemmeno un centro…
Dopo l’umiliante episodio, Dick chiede a Stevie di limare il mirino, in modo che nessun altro possa usarla, riponendola in bacheca e sostituendola con Emily, pistola portata da Susan e rifiutata da Freddie alla fondazione del gruppo…
Per tre giorni Dick non dà notizie di sé, e il solo Sebastian si reca a sincerarsi del suo stato. Nella biblioteca in cui si è rifugiato, si confrontano, discutendo del pacifismo che quello ritiene ipocrita. Decide quindi di dimostrare che le sue parole, il suo concetto, sono concreti e non un mero ideale… Radunati gli altri, Dick propone loro la missione: scortare Clarabelle, terrorizzata dalle bande, convincendola ad attraversare la piazza, trasmettendole la propria sicurezza… Porteranno le pistole, ma non dovranno mai estrarle, come da regolamento…
Il giorno stabilito, quello della visita alla nipote Cynthia, Clarabelle esce di casa in compagnia di Dick e di Sebastian. In strada sono appostati gli altri. Caduta la borsa alla donna, il vice sceriffo la raccoglie, provocando la follia della donna che, estratto un fucile a canna mozza, lo uccide. I Dandies si danno alla fuga. Lo sceriffo fa sapere, tramite Freddy, che potranno tenere le pistole ed essere scagionati se consegneranno Clarabelle. Nel luogo convenuto per la consegna della donna, i ragazzi non si fidano, fuggendo nuovamente, presto inseguito dallo sceriffo e da altri poliziotti appostati ai quattro lati…
Il Tempio viene perquisito dalla polizia, mentre i Dandies si rifugiano nei cunicoli. Wendy viene ovviamente sequestrata…
Dick decide di sfidare la polizia, uscendo allo scoperto per accompagnare Clarabelle da Cynthia…
Completata la lettera d’addio per Wendy, certo di non poterla mai più rivedere e dispiaciuto di non poter morire per un colpo da lei sparato, Dick e gli altri iniziano l’azione… Il primo a mostrarsi in strada ai poliziotti è Huey, che spiega di voler solamente portare Clarabelle dalla nipote per poi tornare a casa. Lo sceriffo gli intima di riporre la pistola, mentre in loco arriva l’ispettore, che subito affronta il ragazzo. Huey gli spara in testa, uccidendolo, prima di avanzare verso lo sceriffo e gli altri che lo crivellano di colpi…
Stevie uccide un cecchino, consentendo così al gruppo di riprendere il cammino. Ma il fuoco serrato dei poliziotti li costringe a fermarsi. Scorto il proprio negozio danneggiato dalla polizia, Susan usa la sua tecnica di colpi indiretto per uccidere due poliziotti attraverso i colpi di rimbalzo. Ma anche lei viene uccisa…
Steve esce allo scoperto, ma la sua pistola, Acciaio Cattivo, s’inceppa proprio come capitato al generale nazista Patton dopo El Alamein…
Il sacrificio successivo è quello di Freddie…
Seppur ferito, Dick riesce a far entrare Clarabelle in casa di Cynthia, mentre Sebastian resta al coperto di un’auto della polizia…
Mentre Dick prepara il caffè ben in vista per i cecchini, ricordandosi delle sue parole, Sebastian recupera Wendy, caduta a un poliziotto ucciso, e, entrato in casa, spara all’amico consentendogli di morire come desiderato. La polizia crivella poi la casa di colpi…

Precedente LARS VON TRIER – LE ONDE DEL DESTINO (BREAKING THE WAVES) Successivo STANLEY KUBRICK – FEAR AND DESIRE (PAURA E DESIDERIO)