OSAMU TEZUKA – BLACK JACK 20

 

OSAMU TEZUKA – BLACK JACK 20
HAZARD EDIZIONI – I ed Giugno 2004

TRADUZIONE: Francesco Nicodemo

183 – IMMAGINE VIRTUALE p.9

Durante un raduno di ex studenti delle elementari spicca l’assenza dell’amato professor Shima che, sembra, sia da tempo malato. Black Jack è incaricato di trovarlo affinché l’uomo  possa celebrare la cerimonia di consegna dei diplomi, disertata venti anni prima. Il medico vi riesce in un fatiscente appartamento di periferia. Il docente è ridotto pelle e ossa, vittima della tossicodipendenza… Le cure proseguono ma, approfittando della porta aperta, Shima si getta dal balcone. Black Jack lo salva scoprendo trattarsi di un truffatore che si è finto maestro per rubare i soldi sporchi tenuti nella cassaforte dal corrotto preside. In cambio del silenzio, il docente prende parte alla cerimonia…

184 – IL MARCHIO p.35

Black Jack si reca dal vecchio compagno di scuola Makube, l’unico amico nel periodo seguente l’esplosione che lo ha reso orfano e invalido prima della guarigione. Il ragazzo, rientrato dalla Francia in cui è diventato un malavitoso, gl’impone di scambiargli le dita con quelle di uno scagnozzo. Il medico esegue, ma il denaro ricevuto come ricompensa e collocato in una valigia esplode… Makube fa uccidere lo scagnozzo con cui ha scambiato le dita per poi ripartire per la Francia. Qualche tempo dopo, arrestato, è una lettera di Black Jack a farlo condannare alla pena capitale. Il medico lo passa a trovare e l’amico gli dichiara di non aver ordinato lui di far esplodere la valigia per eliminarlo…

185 – LA CASA NON TERMINATA p.55

Pinoko insiste affinché Black Jack ristruttura la casa, ma il medico non può farlo per via della nomina fatta al carpentiere Ushigoro che, costruttore della stessa, si era imposto per i lavori di restauro. Malato di leucemia, non ha potuto portarli a termine con la promessa di concluderli una volta guarito. A lui si devono peraltro le sale operatorie presenti. Black Jack ne aspetterà il ritorno…

186 – UN’ALTRA OCCASIONE p.77

Black Jack viene chiamato dalla sorella del giovane dottor Wakabiki, recentemente insignito del nobel per la medicina per un rimedio contro il cancro. Paradossalmente è ora in fin di vita per un un tumore all’esofago. L’uomo rifiuta per orgoglio di farsi operare e così Black Jack vende la notizia ai quotidiani. Wakabiki rinuncia al nobel e aggredisce Black Jack peggiorando le proprie condizioni. Operato, guarisce perfettamente e l’anno seguente ottiene il nobel per una sua nuova ricerca sul farmaco, reso ancora più efficace…

187 – ALL’ALBA p.97

Un ragazzo, scosso dai troppi compiti, finisce per cadere in un cantiere notturno riportando una grave ferita alla testa. A salvarlo, operandolo, è Black Jack…

188 – ASSASSINIO IMMINENTE p.117

In piena notte un killer irrompe da Black Jack cui vuol mozzare le dita per impedirgli di curare il dittatore Ore in visita in Giappone dall’indomani. Pinoko, uscita in auto per cercare aiuto, finisce per ferirsi gravemente sbattendo contro l’auto del killer. Black Jack la opera e così il killer, vistolo in azione, decide di non amputargli le dita. Il giorno seguente l’attentato ha successo e Black Jack dichiara di non poter far nulla né per il dittatore né per l’attentatore…

189 – RITORCERSI CONTRO p.143

Giunto a Hollywood per farsi pagare un onorario da centomila dollari dal regista Parkinson, Black Jack riceve la proposta di farsi riprendere durane un’operazione per inserire la scena nel film a lui dedicato e di prossima uscita. Il medico rifiuta, ma il manager organizza un incidente ai danni di un ragazzo di colore in modo da incastrare così il medico. Ma Black Jack rifiuta di operarlo dandolo per spacciato. Sorpresi regista e manager a discutere del complotto, riesce a estorcergli centomila dollari che gira al ragazzo che non è affatto in fin di vita…

190 – LA SCIMMIETTA p.163

In una notte di nebbia Black Jack investe un uomo finendo arrestato. Grazie all’ausilio della scimmietta dell’investito, il vero colpevole viene catturato (un operaio che ha rubato i soldi riscossi dal defunto). La scimmietta resterà per mesi nel luogo in cui il padrone è stato investito fino alla morte…

191 – DOPO IL TIFONE p.185

Black Jack viene convocato dal manager di una idol quindicenne affetta da gravidanza extrauterina. È in arrivo un tifone e il medico non ha voglia di operarre, ma un’emorragia in corso lo obbliga a farlo. Mentre Pinoko è vanamente intenta a difendere la casa dalla forza del tifone, Black Jack opera con successo la ragazza. Ma la notizia si diffonde e il manager non lo pagherà… Tornato a casa, il medico la trova completamente rasa al suolo. Ma Pinoko sta bene…

192 – LA LOCOMOTIVA DELLA VITA p.207

Su un vetusto treno a vapore Black Jack riceve la visita del borseggiatore cui ha riattaccato le mani (ora controllore), di Kisaragi, di Kiriko, di Pinoko adulta!… Si sveglia su un aereo in volo per ignota destinazione…

I commenti sono chiusi.