LUCIANO LIGABUE – DA ZERO A DIECI

LUCIANO LIGABUE – DA ZERO A DIECI

MENU

INIZIO FILM – SOTTOTITOLI – SELEZIONE SCENE – CONTENUTI EXTRA (Da zero a Rimini; Da zero a dieci in 5 minuti; Trailer; Cast artistico; Cast tecnico; Ringraziamenti)

Estate 2000…
Giove Benassi sostiene che tutta la vita, fin dalla nascita, sia scandita da voti… “Siamo qui per prendere e dare voti”… Ho un presente da 6 -–… È il fratello del ben noto Ivan (protagonista del precedente Radiofreccia). È anche un musicista blues… Partirà con tre amici per Rimini…
Il medico Biccio rivela all’amico Libero che la sua salute sta un po’ migliorando…
Baygon, patito di Jim Morrison, sedicente stallone…
Il momento della partenza giunge e i quattro amici hanno intenzione di raggiungere la città costiera, partendo da Correggio, per fare quello che, venti anni prima, non sono riusciti a fare…

GIOVEDÌ – PRIMO GIORNO

I quattro si sistemano nella pensione Ambra, completamente identica a venti anni prima. Dovranno incontrarsi con le stesse ragazze di allora… Prima di farlo, girano gli stessi locali, constatando di come siano cambiati dal 1980… In discoteca raggiungono Lara, Caterina, Carmen e Betta (ma non quella originaria)… Tutti insieme si spostano in spiaggia, a una festa di surfisti…
Rinnovati i saluti e dato un voto alle proprie vite, decidono di dormire in spiaggia…

VENERDÌ – SECONDO GIORNO

Libero ha preparato per tutti il programma della giornata, fingendo sia il compleanno di Giove che, intanto, passa il tempo con Caterina, la ragazza che all’Ambra lo ha sverginato…
Biccio e Carmen, omosessuali, girano assieme, mentre Baygon tenta di sedurre Betta, fidanzata di Carmen… Libero
La sera Giove può avere a disposizione un palco sul quale suonare il suo amato blues di fronte a un nutrito pubblico… Poi si sfidano con i quadricicli a pedali, con la vittoria di Carmen e Betta…
Libero dà una busta “compleanno” a Biccio. Tornati all’Ambra, viene travestito e fatto sfilare tra ali di folla su un carro trainato da due cavalli bianchi…
Al mattino Biccio è costretto a soccorrere Libero, le cui condizioni sono peggiorate durante il sonno… L’intervento riesce e la tragedia viene evitata. L’uomo rifiuta tuttavia di farsi visitare in ospedale…

SABATO – TERZO GIORNO

Dopo aver parlato a coppie delle proprie vite, giunta la sera, Libero corre nudo. Poi eccoli condurre uno dei bus che conducono i ragazzi al Cocoricò, intrattenendo la platea con musica anni ’80 (YMCA)…
La terza busta compleanno tocca a Baygon e anche lui deve tornare all’Ambra per scoprire e godere del proprio regalo: quattro escort multietniche in stanza tutte per lui… Gli altri vanno intanto a visitare la Venezia dell’Italia in miniatura…
La notte Giove si sveglia con un incubo: la moglie Fabiana presente in loco. Esce in strada, dove trova Biccio seduto su una panchina con il volto tumefatto da un pugno dopo l’avance a un uomo. Giove gli dichiara la propria stima, per via delle umiliazioni e delle sofferenze che quotidianamente è costretto ad affrontare per via della sua omosessualità. Lui risponde che sì, è difficile, ma soprattutto per la voglia di avere una famiglia e un figlio…

DOMENICA – ULTIMO GIORNO

Giove e gli altri sono convocati nella sala TV dell’Ambra. Libero proietta il filmato della strage della stazione di Bologna, attaccando le foto dell’amico Mirko, morto durante l’attentato. Sabato 2 agosto 1980… Ventennale dalla strage… Gli amici gli fanno capire che la tragedia non è colpa sua né la loro… Il progetto di dimenticare quel nefasto week-end è evidentemente ormai naufragato…
Resi nervosi dalla ricorrenza, Libero provoca una rissa in un bar, mentre Giove fa sesso senza amore con Lara e Biccio si trova sulla banchina del treno…
Giove, dopo lo squallido sesso, trova un biglietto: alle 23 a Misano. Caterina lo accompagna all’Autodromo, certa che Libero si sia iscritto a una corsa clandestina ivi organizzata. Raggiunto il circuito, invano tentano di convincere l’organizzatore a non far partecipare Libero, alias “nonno”… Come previsto dai due, l’auto si schianta alla terza curva, incendiandosi…
Libero ha lasciato una lettera scritta. Ha deciso di affrontare la vita e la morte, con quella corsa folle, lui ormai prossimo a un nuovo trapianto di reni e costretto da decenni alla dialisi settimanale…
La vita prosegue a Correggio per i tre amici… Giove diventerà presto padre, a trentacinque anni, sperando di averne altrettanti da vivere alla grande…

Precedente ROBERTO FINZI – ANTISEMITISMO. DAL PREGIUDIZIO CONTRO GLI EBREI AI CAMPI DI STERMINIO Successivo LARS VON TRIER – MANDERLAY