LEIJI MATSUMOTO – COSMOWARRIOR ZERO (COLLECTOR’S BOX)

LEIJI MATSUMOTO – COSMOWARRIOR ZERO (COLLECTOR’S BOX)

MENU

SELEZIONE LINGUA
SELEZIONE CAPITOLI
CONTENUTI EXTRA (Intervista a Kazuyoshi Yokota; Leiji Matsumoto presenta “Zero”; Sigla di testa (senza crediti); Sigla di coda (senza crediti); Trailer originale giapponese; Trailer originale italiano; Art gallery; Credits DVD; Schede personaggi: Warrius Zero; Kaibara; Rai; Nohara)
D-TRAILERS
PLAY

DVD 1

1) LA GRANDE PARTENZA

La Terra viene devastata e sottomessa dai Meccanoidi. Il capitano Warrius Zero si aggira tra le rovine, sorbendosi gli insulti e le implorazioni dei pochi sopravvissuti…

A bordo della Kagero, piccola nave di cabotaggio, il capitano Zero e il suo equipaggio si esercitano in vista di prossime missioni nello spazio. Ma Zero vuol rassegnare le dimissioni, turbato dai sensi di colpa per non esser stato capace di proteggere la Terra e i suoi stessi familiari. È il capo ingegnere Kaibara a farlo rinsavire con un pugno e un discorso efficace…

Ripreso il comando, Zero ordina quindi la partenza per fermare l’attacco di pirati a navi meccanoidi… I pirati che danno i maggiori problemi sono quelli di Harlock. Zero, giunto nel luogo in cui si è appena concluso un assalto ad opera dei pirati, ordina ad Harlock la resa, ma quelli gli lanciano contro un raggio laser. Zero non arretra, ordinando l’avanzata. Ma Harlock fa altrettanto, decidendo di risparmiare Zero e i suoi ma di distruggere la nave Meccanoide che avevano tentato di salvare…
Tempo dopo Zero viene incaricato dal Governo Unito Terrestre di occuparsi del pattugliamento della Galaxia Extra Solare, infestata dalla presenza di Harlock e dei suoi. Accetta, ma chiede (ed ottiene) di rientrare in possesso della sua amata nave Karyu. Lì vi trova anche un nuovo primo ufficiale: la bella Marina Oki… Ultimati i preparativi, la Karyu prende il volo…

LA FORZA DI MARINA

Informandosi su Marina, Zero non riesce a capacitarsi di come la ragazza abbia potuto rinunciare a una brillante carriera, che avrebbere potuto condurla al grado di ammiraglio, per imbarcarsi sulla Karyu…
Sulla nave la convivenza tra meccanoidi e personale umano si mostra difficile. Marina, durante le ispezioni, chiede a Battlyzer di verificare i turni, constatando che i meccanoidi vengono discriminati e costretti a lavorare di più… È costretta così a rimettere in riga gli indisciplinati marinai, facendo poi rapporto a Zero che interviene cercando di inculcare un maggiore spirito di collaborazione tra colleghi. Ma ecco che i meccanoidi fanno barricate in sala cucine dove ben presto danno vita a un ammutinamento con tanto di spari tra le parti. Gli umani premono per la repressione della rivolta, ma Marina fa da scudo umano per costringere i meccanoidi a deporre le armi. Ma uno dei marinai umani apre il fuoco staccando un braccio al meccanoide che stava avanzando verso l’ufficiale. Dalla pistola del braccio amputato parte un colpo che ferisce Marina. Zero la soccorre scoprendo essere quella una meccanoide! Ordina quindi a tutti i presenti di cessare le ostilità…
Marina propone la punizione di tutti quanti hanno preso parte ai tafferugli e così Zero ordina la detenzione nella stessa cella di umani e meccanoidi…
Più tardi, ultimati i preparativi, la Karyu esegue il balzo interspaziale necessario a raggiungere la Galassia extra-solare…

3 – LA FIAMMA DEL DRAGO FIAMMEGGIANTE

I duri addestramenti che Marina ha programmato accrescono il malcontento dei marinai. Ascoltati alcuni discorsi dei sottoposti, la donna decide di modificarli, sebbene gli altri ufficiali non siano d’accordo presentendo una minaccia in arrivo. Ed ecco che infatti i radar captano la minacciosa presenza di una nave di resistenti terrestri che aprono il fuoco contro la Karyu… I colpi sono respinti e il capitano dei pirati accusa Zero e gli altri di essere al servizio dei meccanoidi. Lui e i suoi uomini si occupano solo a trasportare profughi terrestri al sicuro in altri pianeti. Gli offre addirittura di unirsi alla sua ciurma ma, ovviamente, l’integerrimo Zero rifiuta… Ma una seconda nave nemica si materializza danneggiando in più punti la Karyu. Zero ordina di colpire solo i motori e le ali nemiche. La situazione sfugge però di mano ai sottoposti e alla fine le navi sono annientate. Ma le analisi delle registrazioni della battaglia indicano che a bordo delle navi non c’era nessuna creatura organica. Qualcuno ha dunque voluto ingannarli inducendoli a non contrattaccare a pieno potenziale contro umani…

4 – L’ANIMA DI UN GUERRIERO

Gli operai non riescono a ripare il radar per mancanza di pezzi di ricambio. Giunti in vista del pianeta El Alamein, chiedono ed ottengono di poter atterrare. Ma un gigantesco oggetto volante nel mentre appare e scompare… Qualcuno apre poi il fuoco contro la Karyu. Sono l’esercito di resistenza, o meglio, il mercenario Grenadier che si ostina a voler combattere nonostante sia rimasto solo. Zero, atterrato sull’isola con l’equipaggio, s’incarica di parlamentare con il mercenario mentre la nave viene riparata… In pieno deserto i due si avvistano e Grenadier apre il fuoco credendolo un meccanoide. Seppur ferito al braccio, Zero avanza nella sabbia infuocata fino a stramazzare al suolo privo di forze. Ma era una finta e, pistola in pugno, inizia a parlamentare. Ma l’offerta che profferisce non viene accettata dal bandito…
Mentre Grenadier era impegnato con Zero, i ragazzini che il mercenario tiene in custodia nel deposito di munizioni, annunciano la resa ai meccanoidi comunicandogli le coordinate della sede… Caccia bombardieri partono subito per attaccare la posizione… Zero viene informato dal capo della guarnigione meccanoide dell’attacco alla sede di Grenadier ed esce di corsa… Grenadier resta il solo a far fuoco sugli aerei meccanoidi ma, scorto il piccolo Shuteem rimasto fuori del bunker, si precipita a soccorrerlo perdendo il carro armato. Affronta i nemici a piedi e solo l’arrivo di Zero salva i due dal fuoco nemico. Assieme sconfiggono i nemici e Grenadier, litigato con Root, il più grande dei piccoli e figlio del suo defunto amico, si consegna a Zero che intima al capo dei meccanoidi di lasciar stare i ragazzini. I semi che Grenadier ha lasciato a Root come desiderio del padre del ragazzo, iniziano ad essere seminati dai piccoli… Zero fa dirigere la Karyu verso Gun Frontier su consiglio di Grenadier come possibile rifugio di Harlock…

DVD 2

5 – TOCHIRO, IL GRANDE SAMURAI

Su Heavy Melder, detta Gun Frontier, agisce la bella ed abile cacciatrice di taglia di nome Sylviana… Grenadier spiega a Zero che la donna ha come oviettivo la cattura di Harlock e il capitano decide così di inviarvi una delegazione cui prende parte anche un meccanoide, Eluder, malvisto da Ishikura, l’ufficiale nominato responsabile della missione…
Durante il volo Ishikura sostiene che debbano catturare Harlock, qualora lo trovino sul pianeta, anche contravvenendo agli ordini di Zero…
In un saloon il goffo Tochiro mostra le proprie capacità combattive contro alcuni balordi e contro Sylviana, costretta a fuggir via…
Grenadier chiede invano a Sylviane di allearsi, ma lei rifiuta, accettando solamente di fornirgli informazioni in cambio di denaro…
Zero spiega a Marina di aver mandato in missione anche Eluder perché, combattendo insieme agli umani, forse l’accordo sarebbe finalmente sopraggiunto tra i membri dell’equipaggio…
Grenadier e gli altri scoprono di esser stati truffati da Sylviane. Si vendicano fuggendo verso di lei, inseguiti dal mostruoso Grande Bue ma, entrando in città, la bestia inizia a far danni. Tochiro interviene uccidendolo con un missile, finendo condannato a morte per essere ritenuto responsabile della distruzione di botti di alcol. Sul pianeta, danneggiare alcol è reato tanto quanto uccidere. Tochiro riesce a fuggire e Slviana viene costretta a ritrovarlo per fargli ripagare le spese di ricostruzione…
Ishikura ringrazia Eluder per averlo protetto al costo di un suo braccio meccanico…
Sylviana trova Tochiro e lo concupisce con la propria bellezza…
Ishukura e gli altri fanno rapporto, ma finiscono per litigare l’un con l’altro…
Tochiro, catturato da Sylviana, sta per essere giustiziano, ma ecco che dal cielo arriva Harlock…

6 – HARLOCK, AMICO MIO

Sylviana obbliga gli abitanti di Gun Frontier a schierarsi al suo fianco contro Harlock, iniziando a inseguirlo…
Al cospetto di Tochiro giunge Emeraldas che, biasimando il suo comportamento libertino, lo lascia appeso al patibolo…
Harlock si rivela troppo forte nonostante le scorrettezze di Sylviana che, furbamente, si ritira… Venuto a sapere dei danni provocati da Tochiro, Harlock risparmia gli altri inseguitori, offrendosi di risarcirli dei danni subiti…
Ishikura salva Tochiro dagli avvoltoi che lo stavano aggredendo per poi prenderlo in ostaggio…
Harlock si ferma a bere in un saloon, tranquillo per aver lasciato l’amico nelle mani di Emeraldas. Ma Tochiro è nel mentre percosso da Ishikura e dagli altri che invano tentano di fargli rivelare il nascondiglio di Harlock. Decidono quindi di ricollocarlo nel patibolo, applicandogli una bomba che esploderà nel momento in cui aprirà bocca per avvertire il capitano… Harlock avanza verso Tochiro che lo avverte, ma la bomba non esplode. Ishikura e gli altri escono allora allo scoperto, ma è lo stesso Zero a intervenire riportando all’ordine i sottoposti… Più tardi si ritrovano al bancone di un saloon, compresa Emeraldas. Harlock spiega a Zero di non potersi mai sottomettere ai meccanoidi. Sono nemici, ma felici di essersi conosciuti e di potersi sfidare in futuro…
La Death Shadow e la Karyu ripartono in direzioni opposte. Marina chiede a Zero perché non abbiano inseguito Harlock, sulle cui tracce si è posta la subdola Sylviana…

7 – UNA STRADA DA SEGUIRE

La Presidentessa del Governo Unito terrestre intima a Zero di recarsi su Select, pianeta appena attaccato da Harlock…
Giunti sul posto, Zero chiede ad Harlock di sospendere l’attacco, ma il pirata spaziale ovviamente rifiuta. Il pianeta attaccato si rivela essere luogo di dimora di molti civili. Zero ordina di aprire il fuoco sulla Death Shadow che, in parte danneggiata e turbata da quanto provocato, svanisce con un warp…
La Karyu atterra sul pianeta prestando i primi soccorsi ai feriti e ai moribondi. Perché Zero ha dato tanto tardi l’ordine di attaccare? Perché erano umani?, insinua il dottore…
Marina si accorge intanto della presenza di qualcuno o qualcosa sulla nave. Da sola tenta di individuare l’intruso, una donna, Hell Matia, finendo però catturata. Battlyzer dà l’allarme e quella fugge. Marina si accorge che il computer è stato manomesso. Rimuovendo una microbomba, rimane ferita dall’esplosione… Gli altri però sospettano l’intrusa possa essere lei. È una traditrice?…

CONTENUTI EXTRA

Speciale ATX Intervista a Leiji Matsumoto
Trailer promozionale Giapponese
Sigla di Testa (Versione originale giapponese)
Sigla di coda (Versione originale giapponese)
Art Gallery
Credits DVD
Schede personaggi (Grenadier; Sylviana; Axceluder; Phase Breaker; Machinner)

DVD 3

8 – L’AMORE ETERNO DI MARINA

Zero riesce ad accedere nella sala computer piena di fiamme dove rinviene il corpo esanime di Marina, corpo meccanoide di tipo acqua. Zero le passa il cappotto per non farla scoprire ma una nuova esplosione gli fa perdere i sensi…
Ishikura lascia una guardia a protezione della stanza di Zero, guardia che più tardi viene messa ko…
Ishikura propone l’istituzione di una commissione d’inchiesta sulla sospetta Marina. Grenadier la ritiene innocente, ma una comunicazione avvisa della fuga di Marina e dell’attacco alla guardia…
Marina va in cerca di Hell Matia che ha nel frattempo effettuato un accesso non autorizzato alla banca dati della nave. Lì le due donne si fronteggiano. Marina la ricorda: su Futuria ha convinto lei e il suo popolo a diventare meccanoide. Hell Matia ritiene gli uomini inferiori. Le chiede di uccidere Zero, del quale l’ufficiale si è innamorata, per consentirle di trasformarlo in meccanoide. Marina rifiuta ed Hell Matia si dà alla fuga. La meccanoide è costretta a fuggire per l’arrivo di Ishikura e, impossessatasi di una navicella, lascia la Karyu. Ad inseguirla nello spazio è Zero in persona…
Marina viaggia verso Futuria, ricordandosi della trasformazione in meccanoide, convinta da Hell Matia per salvarsi dalla disidratazione…
Sulla Karyu vengono intanto scoperti i sabotaggi di Hell Matia e così la figura di Marina può essere riabilitata…
Marina sta per lasciarsi morire su Futuria, ma Zero la salva appena in tempo, chiedendole di tornare a bordo della Karyu…

9 – IL PIANETA DELLA TRISTEZZA

In cerca della Death Shadow, della quale si moltiplicano inspiegabilmente gli avvistamenti, Zero trova le tracce di una potente flotta meccanoide. La nave madre è la Hell Castle, al cui interno Hella Matia stabilisce di lasciare ancora in azione la Karyu per infastidire Harlock, poi di fare tappa su Teknologhia dove si sta avviando un tentativo di coabitazione tra umani e meccanoidi…
Zero e gli altri scoprono intanto l’impostura meccanoide che, con le sembianze della Death Shadow, scarica cadaveri umani nello spazio su un pianeta di ghiaccio. Il capiano ordina l’attacco per poi atterrare. Strani esseri li aggrediscono, poi gli umani notano la presenza di una donna, intenta a pregare per le anime dei defunti. Il suo nome è Maeter, che gli spiega che Harlock non si macchia di crimini, che i meccanoidi si impossessano di anime di esseri viventi dello spazio per creare combattenti e che sul pianeta Teknologhia si sta tentando di far convivere umani e meccanoidi…
Il presidente dell’Unione Terrestre viene intanto attaccata dai meccanoidi e, riuscita a sfuggire a un agguato, avvisa Zero delle trame di Hell Matia, invitandoli a recarsi su Teknologhia prima di essere uccisa…

10 – OLTRE LA GALASSIA

Il Governatore (della fu Futuria), Vorder, folle del potere, si diverte a distruggere pianeti con la Hell Castle. Per il momento Hell Matia lo lascia fare…
La Karyu marcia intanto verso Teknologhia. Le coordinate sono state comunicata a Marina dallo stesso Harlock…
Per attraversare una tempesta elettromagnetica, i meccanoidi sono costretti a disattivarsi… Grazie allo sforzo di tutti, Teknologhia giunge in vista. Lì potranno regolare i conti con i pirati spaziali…

CONTENUTI EXTRA
Sigla di coda (Versione con traduzione)
Sigla di coda (Versione karaoke)
Spot TV (Versione giapponese)
Art Gallery
Credits DVD
Schede personaggi (Marina Oki, Maetel, Battlyzer)

DVD 4

11 – TEKNOLOGHIA

La Karyu avvista Teknologhia e i Meccanoidi vengono risvegliati. L’esperienza vissuta ha fatto comprendere all’equipaggio umano lo spirito di cooperazione, estirpando dai loro cuori il razzismo fin lì albergantevi…
Hell Matia spiega al braccio destro di star sfruttando il governatore Vorder contro Harlock e Zero. Suo sogno è quello di sterminare gli umani e rimpiazzarli con macchine…
Harlock contatta Zero chiedendogli di allearsi a lui e a Emeraldas nella difesa di Teknologhia, ma il capitano della Karyu rifiuta…
La barriera gravitazionale della Hell Castle consente ai meccanoidi di avanzare verso Teknologhia nonostante il campo minato eretto da Tochiro ed Emeraldas…
La Karyu risulta intanto molto danneggiata, ma Zero conferma di voler prendere parte alla battaglia. Tochiro sale a bordo aiutando l’equipaggio a riparare la nave e approfittandone per visionarla, incluso il cannone “Sant’Elmo” ivi presente con il quale poter colpire la Hell Castle. Ma Zero gli spiega che l’arma è sempre finita fuori controllo durante l’utilizzo. Tochiro suggerisce il da farsi, ma Zero rifiuta poiché per eseguire le migliorie dovrebbe rendere inattiva la nave per un giorno…
Vorder chiede a Zero di restituirgli la futuriana presente a bordo: Marina! La meccanoide confessa infine la propria origine, dichiarando di voler rimanere a bordo…
Hell Matia mette alle strette l’inefficiente Vorder chiedendogli di fondersi una volta per tutte con Hell Castle e di divenire così un perfetto meccanoide…
Marina e Zero si baciano, uniti nella prossima lotta…

12 – BATTAGLIA SENZA FINE

Vorder sceglie infine di fondersi con il nucleo della Hell Castle, il nuovo Dio vivente destinato a dominare il nuovo universo… Subito il suo spirito vendicativo si volge contro l’odiato Zero. Il capitano ordina allora di far rotta contro la Hell Castle e la Karyu, seppur danneggiata, continua ad avanzare… Harlock intima agli alleati di non intervenire per non rovinare il piano di Zero… Grazie a Marina si recondono conto che per una frazione di seconda la barriera gravitazionale della Hell Castle si abbassa. Girano la comunicazione alle navi terrestri che dovranno così far fuoco simultaneamente in un unico punto della nave meccanoide…

13 – LA PROMESSA

L’attacco congiunto sembra aver creato un danno alla Hell Castle, ma la fortezza meccanoide riesce a rigenerarsi senza problema…
Con il motore principale fuori uso, la Karyu non può più combattere. Zero decide allora di usare il cannone di Sant’Elmo rischiando così il tutto per tutto. Harlock e gli altri terrestri dovranno permettergli di guadagnare tempo per completare i preparativi, attirando l’attenzione della Hell. La procedura sembra non potersi completare nonostante il sacrificio di marinai e terrestri. Marina, ricordando le parole di Tochiro, usa il proprio stesso corpo a base d’acqua per ripristinare il sistema di raffreddamento dei motori del cannone che può così far fuoco e distruggere la Hell Castle… Zero corre subito ad abbracciare Marina, mentre Hell Matia riparte felice di aver comunque potuto reperire informazioni utili sugli umani, razza pericolosa in quanto capace di far accadere miracoli come quello di far convivere umani e meccanoidi…
Zero e i suoi salutano Harlock, Tochiro ed Emeraldas ripartendo in direzioni differenti. Si sfideranno in futuro…

CONTENUTI EXTRA

Episodio speciale: La storia di Marina

Trailer promozionale (Versione internazionale)
Art Gallery
Credits DVD

Schede Personaggi

Hell Matia
Governatore
Presidente

LA STORIA DI MARINA

Marina Oki è il primo ufficiale della Karyu. Ma il suo vero nome è Marina Myu, una meccanoide di tipo acqua un tempo abitante del pianeta Futuria. Dopo l’arrivo di Hell Matia, a partire dal governatore la popolazione accettò di trasformarsi in meccanoide per poter sopravvivere alla disidratazione e iniziando una migrazione che porta alla morte molti di loro…
Durante il viaggio, l’ancora bambina Marina riuscì a salvarsi solo grazie al sacrificio dei genitori che la lanciarono nello spazio con una capsula dopo che la navicella su cui viaggiavano era rimasta danneggiata. Ritrovata da una coppia di giapponesi, gli Oki, Marina cresce felice sulla Terra. Ma ecco che anche sulla Terra giungono i meccanoidi che in breve, al termine di una cruenta guerra, s’impossessanodel pianeta… Arruolatasi dopo aver completato gli studi, la ragazza piange la morte dei genitori adottivi per mano dei meccanoidi… Persa ogni speranza, decide di arruolarsi sulla Karyu probabilmente per trovarvi la morte. Ma, durante la permanenza a bordo, vi trova una nuova casa e una nuova famiglia, oltre all’amore per Zero. Lì umani e maccanoidi imparano infatti a convivere superando l’odio razziale…

DVD 5 – SPECIAL

A CACCIA DEL GIOVANE HARLOCK PARTE 1 E 2

Sequestrato dai pirati di Hunter, Zero viene quotidianamente seviziato dai di lui sottoposti…
Harlock viene a sapere che Emeraldas è partita in ricognizione per verificare i propositi di numerosi pirati spaziali postisi sulle loro tracce per intascare la taglia messa sulla loro testa dal Governo Mondiale. Al momento la Death Shadow si trova sul pianeta Fungotanda dove precipita la subdola Sylviana…
In un saloon Emeraldas viene a sapere della prigionia di Zero…
Hunter propone per l’ennesima volta a Zero un accordo, ma l’ufficiale rifiuta. Con un messaggio intima alla Karyu la resa: se entro ventiquattro ore non consegneranno la nave, il capitano sarà giustiziato…
Harlock e Tochiro discorrono tranquillamente nella stanza dell’inventore…
Emeraldas fa una visita a Zero liberandolo…
Tochiro si ricorda di aver dimenticato di acquistare un pezzo per la nave che ha progettato, l’Arcadia. Sylviana origlia tutto, pronta a mettere le mani su prototipi e invenzioni…
I pirati vogliono la Karyu per poter affrontare la Death Shadow e intascare la taglia posta su Harlock dal Governo Mondiale…
Solo contro tanti, Zero viene nuovamente salvato da Emeraldas, alla quale chiede di accompagnarlo da Harlock per parlamentare…
I pirati decidono di porsi sulle tracce di Emeraldas e Zero…
Zero e Harlock iniziano un duello all’arma bianca…
Cercando la stanza di Tochiro, Sylviana si ritrova infine, attraverso un passaggio spazio temporale, nel laboratorio dell’inventore dal quale la scaccia però la sopraggiunta Emeraldas…
Hunter e i suoi giungono intanto in prossimità di Fungotanda dove Harlock e Zero, ormai ferito, stanno ancora duellando. Lì si ritrova anche Sylviana che, sparando, mette fine allo scontro e fugge via con Zero all’arrivo di Emeraldas…
Hunter ordina l’attacco alla Death Shadow e a Fungotanda…
Curato da Sylviana, Zero torna sul pianeta uccidendo un pirata introdottosi nella stanza dove si trovano Harlock ed Emeraldas…
Sylviana viene intanto catturata in quanto ritenuta componente della ciurma di Harlock. Invano tenta di fuggire con avances sessuali ai carcerieri..
Harlock, Emeraldas e Zero riescono a respingere gli attacchi nemici. Il dirottamento della nave su cui si trova Sylviana da parte della stessa donna e l’arrivo di Tochiro, provocano un ribaltamento della situazione e la resa dei pirati…
Sylviana ruba intanto alcune delle invenzioni di Tochiro presenti nel laboratorio, ma la navicella a bordo della quale sta per fuggire con la refurtiva, va in avaria…
Il pianeta sta per implodere. Harlock torna a prendere il corvo e il gatto di Tochiro, finendo per precipitare assieme a Zero nello spazio-temporale. Lì incontrano Maeter che gli mostra un pianeta a loro ignoto… Graze all’intervento di Emeraldas Fungotanda viene salvato dalla distruzione e Zero, Harlock e gli animali cessano di vagare nel vuoto…
Un brindisi di festeggiamento porta una felice tregua tra Zero e i pirati…

CONTENUTI EXTRA

Leiji Matsumoto presenta Cosmowarrior special
Sigla di testa (Versione senza crediti)
Sigla di testa (Versiona originale giapponese)
Sigla di coda ep. 1 (Versione senza crediti)
Sigla di coda ep.1 (Versione originale giapponese)
Sigla di coda ep. 2 (Versione senza crediti)
Sigla di coda ep. 2 (Versione originale giapponese)
Art Gallery
Credits DVD
Schede personaggi: Harlock, Tochiro, Emeraldas, Yattaran, Hunter, Rubia

I commenti sono chiusi.