CLINT EASTWOOD – POTERE ASSOLUTO (ABSOLUTE POWER)

CLINT EASTWOOD – POTERE ASSOLUTO (ABSOLUTE POWER)

MENU

CAMBIA SCENA – LINGUE – INIZIO FILM

L’abile ed esprto ladro Luther Whitney, che di giorno segue corsi di disegno, s’introduce una notte nella lussuosa abitazione del filantropo miliardario e collezionista d’arte Walter Sullivan. Disattivato l’allarme, nel fornito caveau inizia a rubare denaro e preziosi. Ben presto s’accorge però di non essere solo. Una luce accesa, una donna sbronza, Christy Sullivan e il suo amante, altrettanto alticcio: il presidente degli Stati Uniti, Alan Richmond. L’uomo si mostra ben presto violento, costringendo la donna a difendersi con un fermacarte con cui arriva quasi ad ucciderlo. I due agenti di scorta, Bill Burton e Tim Collin, irrompono in stanza uccidendo Christy. La sopraggiunta segretaria personale del presidente, la cinica Gloria Russell, intima ai due di non chiamare la polizia, iniziando a manipolare la scena del crimine ripulendo tutto. Terminate le operazioni, i quattro lasciano la casa, dimenticando però l’arma del crimine, il tagliacarte, caduto dal sacco che Tim stava trasportando… Lesto, Luther se ne appropria prima che Gloria, accortasi della manca, ordini ai due agenti di tornare a riprenderlo… Luther riesce a fuggire, sebbene Tim sia riuscito a prendergli il numero di targa… I tre collaboratori del presidente tornano sulla scena del crimine per decidere il da farsi e Bill si accorge della presenza del vetro spia e del caveau da esso celato, sicuro che il ladro andrà a nascondersi…

L’indomani Luther avvicina la figlia, Kate, procuratore distrettuale, con la quale non ha un ottimo rapporto e che percepisce ci sia qualcosa che non vada…
La polizia, diretta da Seth Frank, esegue le indagini sulla scena del crimine, sorpresa di non trovare tracce pulite e per la modalità di rinvenimento del corpo…
Luther si trasferisce con refurtiva e tagliacarte in un residence, dove lascia il tutto all’interno di una vecchia cassaforte a combinazione…
Il vecchio Sullivan viene interrogato dalla polizia in qualità di sospettato numero uno…
Il presidente, intanto, ipocritamente piange lacrime di coccodrillo per la morte della moglie del suo caro e vecchio amico Sullivan, finanziatore della sua campagna elettorale…
Si mostra convinto il ladro non si faccia vivo, ma il tagliacarte è nelle mani di Luther che, nel frattempo, si attiva per l’acquisto di passaporti falsi con i quali lasciare la nazione…
Sullivan ingaggia intanto un killer professionista, Michael McCarty, per uccidere l’assassino della moglie, identificato dall’FBI in Luther…
Seth inizia a sospettare di Luther, sebbene non gli risulti sia un assassino… L’indomani lo trova al corso di pittura, ma, abilmente, il ladro nega ogni addebito dichiarandosi estraneo alla vicenda…
In procinto di partire, assistendo alla conferenza stanza dell’ipocrita presidente, Luther, disgustato, decide di rimanere per farlo condannare… Inizia così a sfidare e lasciare messaggi e Gloria e ai due agenti…
Seth va a trovare Kate nel suo studio di avvocato, recandosi con lei nella casa abbandonata del vecchio, dimora in cui la donna non è mai stata e dove trova, con emozione, una serie di foto che dimostra come il padre ne abbia sempre seguito i momenti più importanti della sua vita… Il tenente le chiede di convincere il padre a costituirsi al fine di potergli offrire protezione… L’indomani, all’ora convenuta, Seth organizza una retata per arrestare Luther, mentre Michael è appostato sul tetto di un palazzo con un fucile di precisione… Luther raggiunge la figlia, ma un riverbero del sole abbaglia Michael facendogli sbagliare mira. L’uomo può così nuovamente darsi alla fuga… La sera si fa trovare in casa della figlia Kate, raccontandole quanto accaduto e visto in casa di Sullivan…
L’indomani Luther fa avere uno dei gioielli rubati a Gloria che, credendolo opera del presidente, lo sfoggia la sera a un ricevimento… Mentre ballano, l’uomo le rivela che quella collana è stata sottratta al cadavere e che, pertanto, si tratta di un ulteriore avviso di Luther… Preoccupato, ordina ai suoi di eliminare Kate, giovane procuratore che potrebbe sapere tutto sulla vicenda. Venuto a sapere da Seth che la figlia è sotto protezione di Bill, Luther si mette sulle sue tracce… Ma Kate viene speronata e fatta precipitare in un dirupo appena prima del suo arrivo… Trasportata in ospedale, di notte sta per essere uccisa da Tim, ma Luther lo ferma, eliminandolo…
Luther si traveste da autista, spiegando a Sullivan, durante il tragitto verso casa, di avergli restituito tutto e di non essere l’assassino di Christy, lasciandogli il fermacarte come prova indiscutibile della colpevolezza del presidente…
Seth rinviene il cadavere di Bill, apparentemente suicidatosi…
Poco dopo, raggiunto l’ufficio del presidente, Sullivan gli spara, simulandone il suicidio per poi dichiararsi affranto dell’evento in conferenza stampa…
Luther passa in ospedale a trovare la figlia. Assistono alla conferenza, poi dichiarano di tornare a vivere insieme dopo la sua dimissione…

I commenti sono chiusi.